Eventi

/Eventi

Come avrete notato Esa Pillole si è presa qualche settimana di pausa dopo il viaggio nel mondo delle Start-up. Non siamo scomparsi, stiamo preparando il prossimo numero che uscirà nelle prime settimane del 2016.

Intanto vi vogliamo segnalare che EsaProfessional ha deciso di abbracciare in toto il progetto Farm House Nepal, e lo farà destinando ogni anno una percentuale del fatturato a sostegno del progetto.
Ma di cosa si tratta?

Farm House Nepal” Farm House Nepal” e’ un’azienda  social-economica che ha come scopo pricipale il miglioramento delle condizioni di vita delle comunita’ locali di contadini, principalmente della casta emarginata.

Per assicurare che possa essere autosufficiente e con una prospettiva a lungo termine, quest’iniziativa viene implementata dalle persone della comunita’ come azienda privata, piuttosto che nel contesto tradizionale degli ONG. Lo scopo e’ che questa iniziativa, aperta a consigli e assistenza dall’esterno, rimanga radicata e focalizzata sui bisogni e le necessità  della comunità’ locale. L’autonomia decisionale della comunità’ crea un conseguente senso di orgoglio e dignità nel progetto che spesso manca nelle iniziative di carità o, genericamente, in quelle portate avanti da ONG.

L’azienda (Farm House Nepal) si trova nel distretto di Lumbini (nell’ovest del Nepal), luogo di nascita di Buddha.

Il primo scopo e’ la produzione di latte di bufala con criteri produttivi moderni nella fattoria principale dove verrà organizzato un centro di raccolta per il latte e un’unita’ di pastorizzazione, con l’implementazione di un sistema efficace di gestione delle vendite. La fattoria servirà come centro di formazione per la produzione industrializzata di latte. Il profitto dell’azienda consentirà di generare  liquidità da utilizzare per effettuare prestiti ai contadini e, parzialmente, anche a sostegno di un programma sociale che verrà portato avanti  in parallelo.

In questo momento ci sono circa 250 contadini affiliati con la fattoria ?.

 

La liquidità sarà utilizzata per:

Irrigare  terreni agricoli e procurare semi per la coltivazione di verdura

  1. Allevare e gestire uno o più bufali.
  2. Allevare capre.

 

Il fondo perduto sarà utilizzato per promuovere e sostenere:

  1. Lo sviluppo delle metodologie proprie dell’agricoltura moderna
  2. Un programma di consapevolezza nelle comunita’ (emarginate)
  3. Una Mini borsa di studi per le scuole primarie e secondarie
  4. Borse di studi per corsi universitari in facoltà quali: Scienze Biotecnologiche, Agronomia, Medicina veterinaria.

 

Fino ad oggi abbiamo già sostenuto i seguenti investimenti:

  1. Stagno (laghetto) per l’allevamento dei pesci: donazione di Aman Pariyar di Kathmandu, Nepal, gennaio 2014
  2. Pompa d’acqua per lo stagno e per la coltivazione di verdura sul terreno della fattoria.: donazione di Sandra Steble dell’Australia, agosto 2014
  3. Casetta per i lavoratori della fattoria:donazione di Carol Booth degli USA, ottobre 2014
  4. Stalla con la capacita’ di 20 bufali (per ora ancora senza tetto): investimento di Peter Leys e Silvana Sassi di Bologna, Italia, gennaio 2015
  5. Acconto per un trattore, utilizzato per il trasporto di materiali di costruzione per le stalle: investimento di Peter Leys e Silvana Sassi di Bologna, Italia, febbraio 2015
  6. Furgone (Pick-up di “TATA”) per il trasporto di latte e di verdura dalla fattoria centrale e dalle abitazioni dei contadini affiliati con Farm House Nepal verso un centro di raccolta e di pastorizzazione (di terzi per ora):  il  50% dell’investimento è stato finanziato grazie ad una banca locale e il restante  50% grazie a donazioni da Bologna piu’ investimento da Peter Leys, Maggio 2015.

 

A causa del devastante terremoto del 25 aprile 2015,  le priorità sono state riprogrammate a causa della drammatica situazione che si era generata nel paese. Si è quindi deciso di  concentrare tutte le forze sulla produzione e pastorizzazione del latte, la raccolta della verdura e la gestione del mercato dei prodotti agricoli, sia nella fattoria principale che presso i contadini affiliati.

Prima del 25 aprile, erano state avviate modeste iniziative di irrigazione per le comunita’ che lavorano con farm House Nepal; iniziativa ora temporaneamente sospesa così come  il programma sociale .

Si sta al momento utilizzando una dotazione, realizzata grazie a donazioni specifiche, provenienti dall’Italia, Australia, Belgio, Francia, USA, Germania e Thailandia, per fornire tetti in lamiera ad alcune comunita’ che non avevano ricevuto aiuti esterni fino ad ora, affinchè le persone colpite dal terremoto possano affrontare la stagione dei monsoni che inizierà alla fine di giugno. Fino ad oggi sono stati forniti 75 tetti di lamiera (6 pz. per un tetto) ed è stato prestato aiuto alle comunità tradizionalmente emarginate, facendo un’ accurata selezione dei villaggi bisognosi di sostegno.

Da metà giugno verrà ripreso il programma sociale a Lumbini con altre 48 mini borse di studi per studenti che frequentano le  scuole elementari, medie e superiori. 

I prossimi passi previsti per il progetto di Farm sono:

  1. L’acquisto di 15 bufali per la fattoria principale
  2. La costruzione di un centro di raccolta
  3. La realizzazione di un’unita’ di pastorizzazione

Il punto  1 sarà possibile, in parte, grazie ad un investimento di Peter Leys e Silvana Sassi e, per la restante parte, grazie a donazioni provenienti dall’Italia, Belgio, Francia e Thailandia.

 

I nostri collaboratori principali sono:

  • Aman Pariyar: giovane imprenditore che opera nel sociale e  che ha convinto in modo chiaro il partner straniero Peter Leys dei sui principi nobili e della sua abilita’ nel guidare il progetto
  • Bishnu Pariyar: coordinatrice del programma sociale e mobilizzatrice dei contadini, delle loro famiglie, delle scuole e dei capi villaggio.
  • Maheswar Suchikar: manager della fattoria principale
  • Peter Leys: partner straniero e consulente nella gestione del progetto. Peter rimane circa meta’ dell’anno in Nepal, sia per il progetto di Farm House, sia per la sua professione da osteopata (come volontario)
  • Silvana Sassi: Consulente aziendale di Bologna. Silvana dà le direttive sulla gestione finanziaria di Farm House

 

Per Qualsiasi domanda o chiarimento siamo sempre disponibili:

Aman Pariyar: farmhousenepal@gmail.com (inglese e nepali)

Peter Leys: peter.leys2506@gmail.com (italiano e inglese)

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close